hanami

Avere due ( DUE !) figli adolescenti è un’avventura bellissima.

Certi giorni tocca un po’ cavalcare l’onda,
mentre in altri è bene munirsi di scudo intergalattico e alabarda spaziale per meglio affrontare i loro malumori.

Il vantaggio di questo periodo oscuro della nostra vita familiare è che a me e al Capo capita sempre più spesso di essere soli soletti.

Tanto da poterci persino permettere un’intera giornata di gita fuori porta, con annessa mostra fotografica.

La scelta è ricaduta su Cartier Bresson esposto alla Mole di Ancona.

Una mostra se vogliamo abbastanza costosa rispetto all’offerta ma suppongo si paghi abbondantemente anche la fenomenale location.

Bresson mi piace ( pur non essendo tra i miei preferiti ) per il coraggio che mette nell’immortalare le persone senza mai renderle ridicole o esprimere giudizi.

Adoro lo scatto di quella signora non più giovane, vestita con classe e stesa sulla panchina senza che nulla sia lasciato al caso… cuscino, giornale, bastone a sorreggere le gambe. Sono innegabilmente io tra nemmeno molti anni !

E poi i miei scrittori preferiti, colti dentro una quotidianità che si fatica ad immaginare.

Difetto grosso della mostra è stata la completa assenza di didascalie che soddisfacessero le mille curiosità che ogni foto porta con sè e la dimensione standard e ridotta delle foto.

Non so, forse sono io ad essere noiosa, ma tutte queste fotine uguali e allineate mi han dato l’impressione di una concezione molto vecchia di mostra fotografica.
Una concezione che nell’ultimo decennio è stata ampiamente superata  (per fortuna) e che ha lasciato spazio ad esposizioni più vivaci e coinvolgenti.

Però la Mole è un fantastico nonluogo, ritagliato dentro una città caotica e chiassosa, dove si svolgono decine di attività parallele e sembra davvero impossibile che là dove si è consumata un’immane quantità di dolore e sofferenza possa oggi esserci tanta pace.

Di Ancona ho sicuramente già parlato in qualche vecchio post, quindi perdonatemi eventuali ripetizioni.

Credo sia una di quelle città di cui si dice “bella ma non ci vivrei”.

Ha una viabilità pazzesca e immagino che girare in macchina tra salite, discese e traffico sia una notevole fonte di stress.

Però ci sono tante piazzette, molto verde, bei negozi, cibo ottimo e una buona accoglienza.

La zona del porto è incredibile e non nego che io e il Capo abbiamo passato del gran tempo ad osservare le attività di carico e scarico.
Due anziani al cantiere praticamente !

Non so quanto abbiamo camminato, di sicuro un bel po’, ma non eravamo stanchi per nulla e nonostante questo non sia un periodo spensierato, è stato bellissimo tornare ad essere dei fidanzatini frivoli e scanzonati, anche se solo per un giorno.

Ma è bello anche tornare a casa e trovare un mondo che fiorisce e un ragazzino che ha ancora voglia di giocare con le lumache. Molte piante sono uscite dalla serra e hanno ritrovato il loro posto nel portico, tante altre stanno prendendo vita nel mio semenzaio.

Sono così felice di ritrovare i colori e i profumi della primavera !

A giorni potremo avere l’hanami de casa nostra perchè il ciliegio sembra aspettare solo un’altra giornata di sole per aprirsi e anche il glicine ( la mia passione assoluta ) ha le pannocchie che scalpitano.

Spero che questa stagione gloriosa ci regali tante belle giornate !

A prestissimo

5 thoughts on “hanami

  1. Sempre bello leggerti. Le tue parole e le foto trasmettono quiete, una serenità profonda. E mi son fatta una bella risata leggendo di voi come “due anziani al cantiere” 😀

    1. Ci credi se ti dico che girano foto di me e del Capo con le mani dietro la schiena a guardare i lavori !!
      Un abbraccio ♥

  2. Sono rimasta a lungo a rimirare la foto del tuo giardino dove c’è tuo marito seduto …e ho pensato che ha appena finito di tagliare l’erba del prato e sta lì seduto a rimirare il lavoro fatto …e quelle zone, che noi in dialetto chiamiamo roste ,di margherite volutamente scampate, perché troppo belle …Io il giorno di Pasqua con quelle margherite, anche nel mio prato ce ne sono tantissime, ho ricavato tanti mazzolini e insieme alle uova colorate e alcuni animali di cioccolato rallegravano la tavola…. …troppo belle!!!…Quando mio marito taglia l’erba del prato ci sto male per giorni per tutti quei filini sparsi un po’ dappertutto e giro e rigiro borbottando con una scopa in mano per cercare di pulire …quando ci sono quasi …si deve di nuovo ritagliare …Lui dice …che per lui sta bene così….Ecco noi siamo diventati due vecchiotti brontoloni….!!! Tra i tuoi fiori ho visto anche i ranuncoli …mi piacciono troppo …l’altro giorno sono partita apposta da casa per andare dal fioraio a Terracina (20 Km) per comprarne un mazzo da mettere dentro casa ….(vecchiaia o pazzia!!!)
    Anche a me piace tanto quella foto dell’ anziana signora …davvero particolare la signora e la foto!!!…Così io già lo sono ….solo che io sono più pienotta per non dire di peggio…
    Intanto sono andata a vedermi chi è C.Bresson …non lo avevo mai sentito nominare…mentre la parola “hanami ” la ricordavo, se non sbaglio, l’avevo già letto in qualche tuo post….
    Mi piace “Avere due ( DUE !) figli adolescenti è un’avventura bellissima. “…Ho cercato di ricordare, ma sono passati parecchi anni ….però era bellissimo come dici tu …

    E’ davvero sempre un piacere leggere i tuoi post e guardare le tue foto ed è vero per davvero…altrimenti non direi niente …e quando si avvicina il tempo di aggiornare vado spesso a controllare il blog roll…
    Buon hanami de casa!!! i miei peschi hanno già dato come pure i ciliegi…i meli…..ma quest’anno la fioritura è stata un po’ sciupata dalle piogge…ma sono perdonate perché la pioggia se non reca danni mi piace molto…non si secca niente…Ora aspetto la fioritura delle rose degli aranci ….Buon hanami !!! Buona primavera!!!

  3. …non so perché non è andato il mio nome …anche se è facile dedurlo …per i miei scritti contorti !!!
    Ecco…dovevo di nuovo inserire il nome …pesavo fosse già inserito….

    1. Certo che lo sapevo che eri tu !
      Questa piattaforma fa un po’ arrabbiare coi commenti e mi ascolta poco quando certo di cambiare le impostazioni, quindi non so bene cosa succeda quando lasciate il commento, è un po’ un tiro a sorte !
      Che bella la primavera Francarita !
      Sono sicura che è arrivata anche da te e mi chiedo come fai a non aver voglia di metter qualche foto del tuo bel giardino e della tua casa con le persiane rosse.
      Spero stiate tutti bene e che le vostre questioni di salute siano andate tutte a buon fine.
      Un abbraccio grande grande.
      Torna che ci manchi !

Rispondi