Nella Smorfia il numero 45 è il vino.

Da quando il Capo ha compiuto i suoi primi fantastici cinquant’anni è innegabilmente diventato iperattivo.
Uscire, camminare, prender aria, muoversi, sono i suoi nuovi imperativi.
Questo cozza clamorosamente con la mia peccaminosa abitudine di dormire fino a tardi la Domenica ma incredibilmente il suo entusiasmo sta scardinando uno dei miei tratti più granitici e quasi sempre riusciamo a trovare un accordo sull’orario del risveglio. Mica che poi facciamo chissacchè, sia chiaro, ma da quando i pargoli sono abbastanza indipendenti da cavarsela senza di noi, stiamo riscoprendo la perduta condizione dei fidanzatini.
Passeggiate, gitarelle, chiacchiere, colazione, bacini…
e poi tutte quelle cose noiose, per cui i figli si son sempre lamentati ma che a noi piacciono un sacco !

Tipo la visita alla Domus di Colombarone ( di cui purtroppo non ho neppure una foto ) in occasione di un’iniziativa sull’archeologia che si è poi conclusa con una camminata a Gabicce mare, che in autunno è meravigliosa, soprattutto grazie a questo Novembre dal clima generosissimo.

E proprio grazie alle temperature miti, é possibile vedermi girare in città ( comunque imbacuccata !) anche ben oltre il tramonto.

Complici le svariate iniziative proposte dal Comune in occasione del Natale e del riconoscimento Unesco “Città della Musica”, ci siamo potuti godere delle belle serate a zonzo, in una città che in pochi anni si è completamente trasformata, mettendo da parte la noia e la monotonia che la caratterizzavano ed ha azzardato cambiamenti architettonici e di sostanza che si stanno rivelando vincenti sotto ogni punto di vista.

Da quando gli innumerevoli cantieri che ci opprimevano sono stati rimossi, non c’è giorno in cui io camminando per il centro, non resti incantata dalla bellezza e dall’atmosfera che si respirano ovunque. E cosa c’è di più bello della musica ovunque ?!

Non a caso mia figlia porta il nome di Santa Cecilia…anche se devo dire che non le ha portato poi tanto bene visto che ha tutte le qualità tranne quella dell’intonazione !

Non so dire quanto mi abbia entusiasmata ed emozionata ascoltare il baritono Nicola Alaimo cantare dal balcone di Casa Rossini ad una folla di persone entusiaste come me.

La lirica, quando si toglie di dosso quell’alone snob e scende in strada tra la gente acquista una potenza senza precedenti.

E poi niente.
Per la cerimonia dell’accensione delle luminarie penso abbiano addirittura esagerato.
Una cosa spettacolare e magica che regalerà un sacco di bei ricordi ai bambini che la vivono…e anche a quelli come me, che non son mai cresciuti veramente.

Avessi meno paura di rompermi le ossa oserei anche un viaggetto sui pattini da ghiaccio ma sono troppo responsabile per farlo 😉 !

Ma dentro casa invece cosa accade ?!

Eh, eh, eh…si festeggia !
Si fa baldoria per questa vecchietta che son diventata !

Camino acceso perchè ha rinfrescato, pasticcini e tanti bei regali.
Il Capo mi ha omaggiata di un bel mucchio di gomitoli che subito hanno preso forma nel mio primo maglione fair isle.
Il modello come al solito è della Kraemer e si chiama Humulus, che è il nome del luppolo di cui nel disegno sono rappresentate in modo stilizzato le infiorescenze.

Erano mesi che desideravo metter mano a questa tecnica ma la difficoltà mi mette sempre paura perchè detesto ritrovarmi a disfare i lavori.
Invece è andato tutto liscio e anzi, devo dire che è divertente e intrigante allo stesso tempo.

Sento che sto per dare il via ad una serie infinita di maglioni a più colori !

Il mio Herby invece matura strane patologie alle orecchie.

Non so se già l’avevo postato, ma qualche tempo fa ho dato vita a questo testone capelluto dallo sguardo triste e annoiato.

I ragazzi mi han presa in giro a sangue per quanto è venuto brutto ma io mi ci sono affezionata lo stesso.
Tra l’altro sono mesi ormai che ha messo su il pratino e non accenna ad esaurirsi (dev’essere che al posto della segatura ho messo del terriccio).

Ora mi fa questa sorpresa dei funghi dalle orecchie !

Io lo trovo adorabile !
Mette su questi funghetti che nel giro di qualche ora maturano, crescono e si disintegrano.

Un fenomeno !

Ma per questo primo vero post direi che mi fermo qui, che mica vi voglio annoiare  !

Spero che questo inverno sia meno ostile dei precedenti e mi regali tante belle foto da condividere.

A prestissimo

 

 

 

4 thoughts on “Nella Smorfia il numero 45 è il vino.

  1. Il tuo primo post ufficiale sul nuovo blog!!! 😀
    Vedo che neanche a Pesaro scherzate in quanto a lucine ed addobbi per le feste natalizie, mi piace molto l’atmosfera nelle tue foto, anche se ammetto che quella che t’invidio di più è quella del caminetto. <3
    La serra come sta? Hai messo tante lucine? Son sicura di sì.
    Qui diluvia ed è previsto vento molto forte: proprio oggi che s'inaugura il mercatino di Natale, uffa. Speriamo per domani, che la Canon scalpita.
    Un abbraccio!

    1. Ciao Ally !
      Qui è ufficialmente arrivato il freddo…quello dove il ghiaccio la mattina si fa pericoloso.
      Ma noi intrepide quarantacinquenni non ci facciamo certo spaventare !
      Questo inverno non so perchè ma lo sto amando particolarmente e questo mi fa ben sperare per il futuro.
      Intanto ti auguro un buon Natale e buone Feste ma son sicura che ci risentiamo prima !
      Un abbraccio grande !

  2. Domenica scorsa avevo scritto una paginetta di commento …ma all’invio è scomparso tutto!!!
    Tantissimi Auguri!!!
    E’ bellissimo farti gli auguri con il colore del mare, del cielo, con i colori chiari del porto e della città di mare, con tutto lo scintillare delle lucine della città addobbata per la festa più luccicante dell’anno. E’ bellissimo farti gli Auguri con la musica ovunque, di questo me ne aveva parlato anche mia figlia.Per il festival di Verdi, Parma era immersa nella musica dall’alba all’alba , nelle piazze, per strada,nei locali, dai balconi…musica ovunque!!! Poi il selfie con la torta simpatica , il tuo viso luminoso …in questa foto io ci vedo tanta complicità di coppia …. Forse i fiori sono fuori dall’obiettivo …ma ci sono quelli particolari di luppolo stilizzati sul golfino che stai eseguendo ..Bellissimi !!!(anche io ho una discreta scorta di alpaca Drops!!!) Ci sono i gatti, c’è il camino acceso, c’è Herby il testone capelluto dallo sguardo triste e annoiato con strane patologie(non conosco .. però mi ricorda la storia del fagiolo di alcuni post fa ….sono tutte cose simpatiche di coppie giovani)….mancano però i ragazzi …forse anche loro sono fuori dall’obiettivo…a me quel ” i pargoli sono abbastanza indipendenti da cavarsela senza di noi ” mi fa tanto pensare ai miei …sono contenta per loro ma io ancora non mi ci abituo alla loro indipendenza …..Infiniti Auguri !!!
    P.S. Mi ha incuriosito questa storia della smorfia …per ora ho controllato a cosa corrisponde gli anni dei componenti della mia famiglia ….ma il gioco non si ferma qui…non ci avevo mai pensato …Simpatico!!!
    …nella paginetta di domenica scorsa avevo scritto tanto di più …forse mi ero dilungata sulla complicità di coppia che mi ricorda una storia ma….vabbé …Ancora Auguri!!!

    1. Cavoli FrancaRita, mi dispiace un sacco che il tuo commento sia sparito ( ho ben presente il nervoso che prende quando accade !). Temo anche che sia colpa mia perchè in questo nuovo blog sono ancora poco pratica e non avevo disattivato una cosa che era meglio disattivare ma io non lo sapevo, finchè quell’anima buona della Ally me lo ha segnalato.
      Mi dispiace proprio tanto ma ti assicuro che non riaccadrà !

      Grazie mille per gli auguri !
      Subito ricambio facendoti quelli di un Buon Natale e Buone Feste, da passare con la tua fantastica famiglia !
      Un abbraccio grande a tutti voi !

Rispondi